Silvia Meucci

Tre parole emblematiche per far volare un progetto: basterà? Ai posteri l’ardua sentenza...

Futuro: una scommessa che vale una vita, una visione che è anche progetto e ossequio alla storia di Milano, un tentativo di restituire alla città quanto ricevuto negli anni passati provando a traghettarla verso una dimensione europea, che stenta sempre a fiorire nei nostri cuori e nelle nostre menti milanesi.

Trasparenza: una seconda scommessa per la nostra città, che assiste quasi inerme ormai da anni alla lotta tra la voglia di chiarezza e il pantano atavico di un certo modus operandi, tra il desiderio di condividere cultura e la timidezza nel frequentarla.

Cambiamento Urbano: una terza scommessa, la più ardita, la più ricercata e temuta, la modifica dell’impianto urbano di una città che dovrebbe essere sempre e solo cambiamento e ne teme, invece, sempre l’impatto. È l’occasione giusta, il momento giusto per osare, buttare il sasso più in là e goderci una Milano meno arresa e più coesa!