Elisabetta Ghiselli

A spasso con il blu

Fiori di ferro nascono dal terreno mentre fra i vimini intrecciati il futuro mi accompagna, nascosto in un bouquet di fiori di zucca. Una nuvola di polvere candida mi corre incontro e smorza il crepitare dei sassi sotto le ruote della bicicletta. Percorro una strada intessuta di parole. Non sento che la criniera del vento davanti a me e l’odore delle note sui tasti di un pianoforte, in lontananza. Ancora un attimo, un frammento fra le dita, il profumo del mercato rionale, fragrante e pungente. Poi vetro, mattoni, muri e cancellate incorniciano lo spazio, poco prima trasparente. Sulle pareti, la vita proietta le sue immagini, racconta di progetti e percorsi del nostro agire, profondo, come il blu.