Andrea Cazzani

Il capocantiere

Il capocantiere si arrampicò su uno dei grossi pneumatici della ruspa per contemplare il suo regno.
Il lavoro procedeva costante e invisibile, come l'accrescimento delle piante: un occhio inesperto non l'avrebbe notato, lui percepiva ogni centimetro in più di pilastro, ogni asse in più inchiodata alle casseforme, ogni monetina lasciata cadere dai passanti nei secchi delle offerte, che aveva fatto disporre a intervalli regolari lungo il perimetro del cantiere. "Contribuisci anche tu a una grande opera" dicevano le fotocopie attaccate col nastro adesivo sui secchi gialli.
Su un cartello accanto all'ingresso degli autocarri, l'idea dell'ufficio pubbliche relazioni: "Puoi anche tu! Muratore per un giorno. Solo 5 euro!". Come un maratoneta vedeva avvicinarsi il traguardo, comparire finalmente nel volume "Le 99 migliori imprese edili d'Italia", in omaggio in tutti i punti vendita a fronte di una spesa di almeno 29,99 euro. E poi... Stavolta se lo sentiva, tutti avevano fiducia in lui: basta
elemosina, basta dormitorio pubblico, i giorni del lavoro gratuito stavano per finire.